In News

Campanile chef, la sfida tra cuochi cresciuti all’ombra del campanile, si prepara per le semifinali!

Siamo particolarmente orgogliosi del calore che il pubblico ha dimostrato nell’accogliere il nostro contest culinario, che si avvia alle sue fasi finali.
Una sfida avvincente che ha visto avvicendarsi i cuochi per passione delle diverse parrocchie e unità pastorali iscritte alla gara. Una competizione avvincente che ha conquistato tutti con le diverse prelibatezze, scelte tra piatti classici e rivisitati della ricca tradizione gastronomica italiana.

Campanile chef, chi è arrivato in semifinale

Solo quattro delle dieci parrocchie originariamente in gara torneranno ai fornelli della nostra cucina. Si tratta della squadra di cuochi di Sant’Apollonia, di Metato, di Agnano e di Colignola/Mezzana.
Sono queste, infatti, le squadre sostenute più di altre dal voto espresso dai commensali – con circa 800 schede di voto – e dai lettori del settimanale diocesano.
Proprio lo scorso Lunedì c’è stata la consegna degli ultimi tagliandi: sono stati oltre 6400 quelli arrivati in tempo utile alla sede del settimanale o direttamente nella sala San Pio X del palazzo arcivescovile.

Sono invece rimasti fuori dalla semifinale i cuochi dell’unità pastorale di San Paolo a Ripa d’Arno, San Giovanni al Gatano e Santa Lucia, quelli di Santo Stefano extra moenia.
Settima piazza per Marina di Pisa, ottava per i giovani cuochi della chiesa universitaria di San Frediano, nona per Cep/Barbaricina, decima per Campo.

Andando verso le semifinali, il giudizio si veste di una componente maggiormente tecnica. In questa fase i piatti saranno valutati da una giuria professionale, composta da alcuni docenti dell’Istituto Alberghiero Matteotti di Pisa, affiancata dai rappresentanti del settimanale e del GipiduePisa.
Ma i piatti saranno sottoposti anche al vaglio delle squadre escluse dalla semifinale, che avranno comunque una voce in capitolo, e del pubblico presente in sala.

Appuntamento dunque alle attese fasi semifinali, in programma per Mercoledì 4 e Giovedì 5 marzo alle ore 19:30.

Post suggeriti